In occasione di Artissima 2012, nella zona antistante il Book Corner Compagnia di San Paolo, verrà presentato nella giornata di sabato 10 novembre dalle ore 16 alle 17,30 il progetto PpARTEcipa - Porta Palazzo Partecipa - La tua casa, il tuo quartiere, la tua città. Cosa vedi e cosa rappresenti, curato dall’Associazione Culturale “ARTENNE”, vincitore del bando Generazione Creativa indetto dalla Compagnia di San Paolo, inserito nell’ambito di Contemporary Art, con il parternariato del Laboratorio multimediale G. Quazza dell’Università degli Studi di Torino, dell’Orchestra di Porta Palazzo, dell’Associazione culturale Place du Marchè, dell’Associazione di promozione sociale Psico Point e dell’Associazione culturale Sfera Culture e con la sponsorizzazione dell’azienda Quercetti.

Un vivace video esplicherà gli intenti del progetto affiancati da due “artenne” in carne ed ossa che porteranno in giro per lo stand due immagini di Porta Palazzo. Su tali riproduzioni fotografiche il pubblico, invitato a partecipare attivamente al progetto, potrà tramite post-it riportare le proprie sensazioni sollecitato da due semplici domande: Cosa vedi? Cosa rappresenti? Le risposte saranno utilizzate per creare una mappatura di identità e visioni differenti suoi luoghi raffigurati, utile riflessione per lo sviluppo futuro del progetto.

 

Le attività elaborate per PpARTecipa hanno la volontà di coniugare arte e impegno sociale con creatività e attirare persone, giovani, energie, interesse verso il quartiere di Porta Palazzo di Torino, zona nella quale la Compagnia di San Paolo ha avviato importanti programmi di riqualificazione negli ultimi anni.

 

Le iniziative che caratterizzeranno il progetto PpARTEcipa (la data del suo avvio è gennaio 2013, il suo termine è previsto per settembre 2013) saranno indirizzate a interpretare la Città di Torino e in particolare il quartiere preso in esame “come un insieme di flussi anziché un insieme di luoghi” (M. Castells), partendo dall’analisi dei concetti di casa, quartiere, città per elaborare opere artistiche che raffigurino la parola convivenza, caratterizzata dalla multietnicità propria della zona.

Tale obiettivo verrà raggiunto tramite:

- la creazione di un primo flash mob nel mese di aprile 2013 all’interno del mercato operante per attirare personalità differenti e pubblicizzare la totalità del progetto PpARTecipa. Una breve e semplice coreografia sarà diffusa precedentemente su Internet e inviterà i performer a raccontare se stessi.

- l’organizzazione di quattro esposizioni artistiche (utilizzando fotografia, pittura, scultura e                                                        performance) all’interno del mercato di Piazza della Repubblica il primo sabato mattina dal mese di maggio al mese di agosto 2013. Saranno selezionati a partecipare giovani artisti dai 18 ai 35 anni attraverso un bando indetto dalla suddetta associazione a febbraio 2013. Essi dovranno rappresentare la cultura di appartenenza tramite la descrizione dei propri spazi, sia privati che pubblici. Di primaria importanza per il progetto sarà comprendere se un luogo che ospita 55 etnie differenti possa: in qualche modo, emarginare gli individui coabitanti? emarginare se stesso dal resto della città?

- la pianificazione di quattro workshop per giovani dai 18 ai 35 anni tenuti dai medesimi artisti vincitori del bando la seconda domenica dal mese di maggio al mese di agosto 2013. Il giorno selezionato sarà la seconda domenica del mese in concomitanza del Gran Balon sempre nella zona mercantile di Porta Palazzo. Tali seminari laboratoriali saranno indirizzati a riflettere sulle tematiche sollevate dagli artisti per elaborare nuove opere d’arte. Rendendo la fruizione passiva l’inizio di nuove riflessioni e creazioni.

- l’organizzazione di una grande festa finale prevista per settembre 2013 nella quale la diversità sarà l’elemento coagulante. L’esposizione delle opere create durante i workshop accompagnerà un concerto tenuto da orchestre multietniche di Porta Palazzo e uno spettacolo teatrale.

Cerca “Ppartecipa Portapalazzopartecipa” su Facebook

Cerca “Artenneartenne” su Twitter